donna abbronzata in piscina

Come mantenere l’abbronzatura più a lungo

Ami l’abbronzatura e l’aria “sana” che ti regala un colorito più ambrato, e vorresti che durasse più a lungo? Ecco alcuni accorgimenti per far durare davvero più a lungo la tua abbronzatura, evitando di vederla svanire nel giro di un paio di settimane.

Alimentazione che aiuta

Inizia dall’alimentazione: una dieta che include tanta frutta e verdura, specie se rossa e arancione, ti aiuterà a stimolare la produzione di melanina, e non solo. Le vitamine contenute all’interno di questi vegetali ti aiuteranno anche a proteggere la tua pelle dai danni causati dall’esposizione solare.

Attenzione al bagno

Per mantenere l’abbronzatura più a lungo, evita bagni prolungati e acqua troppo calda: concediti, invece, delle docce con acqua tiepida e scegli docciaschiuma delicati e non esfolianti, in modo da ritardare il più a lungo possibile il momento in cui l’abbronzatura andrà via.

I prodotti per la pelle

La regola numero uno quando ti esponi al sole è usare sempre una protezione adeguata: l’abbronzatura è sana se raggiunta gradualmente, senza scottature. Utilizza sempre il doposole e, quando finiscono le vacanze al sole, idrata sempre bene la tua pelle, usando prodotti che siano nutrienti e ricchi. Potrai, ad esempio, optare per gli oli, che potrai utilizzare dopo la doccia.

La temperatura giusta

Sapevi che l’aria condizionata è nemica dell’abbronzatura?
L’utilizzo del condizionatore tende a seccare molto la pelle: limita, quindi, l’uso dell’aria condizionata e imparare regolare la temperatura affinché l’ambiente non sia troppo freddo. E approfitta dei momenti liberi per prendere sempre un po’ di sole, anche quando sarai tornato a casa.

Con una piscina, in giardino, basta poco: un’ora in pausa pranzo, mezz’ora in tarda mattinata o primo pomeriggio, ti aiuteranno a mantenere più a lungo la tua abbronzatura!