fibalon

Fibalon, il nuovo alleato nella filtrazione della piscina

Per godere al meglio della piscina ed evitare spiacevoli conseguenze come irritazioni degli occhi o della pelle, occorre prestare molta attenzione a una corretta igiene e pulizia della struttura e dell’acqua, che deve essere limpida e priva di alghe, batteri, funghi e protozoi.

La pulizia dell’acqua della piscina dipende dal costante e corretto funzionamento del sistema di filtrazione. Sono vari, ognuno con le sue caratteristiche, i tipi di filtri e materiali filtranti che è possibile utilizzare per mantenere al meglio il cuore della piscina.

In questo articolo vediamo insieme cos’è il Fibalon, innovativo e rivoluzionario prodotto per la filtrazione della piscina, frutto dell’ingegneria tedesca.

Fibalon: cos’è e com’è fatto

Il Fibalon, che è compatibile con i filtri tradizionali a cartuccia e a sabbia, è composto da un insieme di fibre di poliestere di colore blu, ricavate da materiale plastico riciclato, che assomigliano a batuffoli di cotone.

Le palline fibrose hanno una forma sferica che garantisce alta densità e massima superficie filtrante assicurando minor peso e volume.

Possiedono un nucleo denso e una superficie esterna morbida: ciò le trasforma in un vero e proprio “letto filtrante” compatto che resiste fino a una temperatura di 75 gradi.

Quando il filtro entra in azione e l’acqua passa attraverso il Fibalon, esso trattiene lo sporco al suo interno e impedisce che si riversi nella vasca. Inoltre, le fibre in argento evitano la formazione di patine di calcare e di biofilm.

Al contrario della filtrazione a sabbia o a cartuccia, il Fibalon offre grande leggerezza e una durata maggiore. Per fare un esempio, un sacco da 350 grammi di Fibalon corrisponde a 25 chili di sabbia!

I vantaggi del Fibalon

Il Fibalon garantisce alla tua piscina un’efficacia di filtrazione pari al 98% e aumenta il risparmio energetico del 40%.

Non si attacca alla struttura, è leggero, lavabile in lavatrice e facilmente smaltibile con i rifiuti domestici.

Non necessita di grandi quantità di flocculante, è resistente ai prodotti chimici, è ricavato da materiale riciclato, è facile da installare e ha una lunga durata pari a 3-4 anni.

Non gela e non secca: durante l’inverno ti basta rimuoverlo dal filtro, sciacquarlo, asciugarlo e riporlo fino a quando riaprirai la piscina nella bella stagione.

Ma non soltanto.

Ha un’elevata capacità di assorbimento, una filtrazione molto fine, non rilascia ovviamente granelli di sabbia in vasca, combatte le formazioni organiche e l’argento in esso contenuto possiede proprietà antibatteriche. In più, il Fibalon è l’unico ad aver ottenuto la certificazione EU di materiale filtrante.

L’utilizzo del Fibalon

Dopo aver compreso cos’è il Fibalon e quali sono i vantaggi di questo metodo di filtrazione della piscina rispetto a quelli a sabbia o a cannuccia, vediamo come si utilizza.

Il Fibalon si inserisce nel vano del filtro, dove di solito vanno la cartuccia o la sabbia. Una volta stese, le sfere fibrose creano un tappeto filtrante che conserva intatta per anni la sua efficienza, senza galleggiare e deformarsi.

Il Fibalon è adatto a ogni tipologia di piscina. Per utilizzarlo devi disconnettere la pompa della corrente, aprire il coperchio del filtro, rimuovere il materiale filtrante già presente, riempire il filtro con il Fibalon fino al punto in cui si trovava la sabbia e distribuirlo avendo cura di non schiacciarlo. Fatto questo, richiudi il filtro, collegalo alla corrente e fallo entrare di nuovo in azione.

Per quanto riguarda lo smaltimento del Fibalon, puoi gettarlo come un qualsiasi rifiuto indifferenziato (senza dover pagare come invece accade per la sabbia) poiché l’argento combatte la proliferazione di batteri.

Ti abbiamo convinto? Contattaci subito: saremo felici di aiutarti ad avere cura della tua piscina!