piscina domotica Milano, Novara, Verbania, Asti

pH e cloro: perché è importante tenerli sotto controllo

Prendersi cura della piscina significa monitorare, riconoscere e intervenire tempestivamente per evitare che i campanelli di allarme diventino danni. Iniziamo a conoscere più da vicino pH e cloro, due valori cardine per il benessere in acqua.

Tutto quello che c’è da sapere sul pH e sul cloro

pH

In chimica, il valore del pH indica e misura il grado di acidità e basicità di una soluzione acquosa. Nella gestione quotidiana della tua piscina è uno dei valori da monitorare per la sicurezza e il benessere generale tuo, dei tuoi ospiti e del tuo impianto.

La scala del pH va da un minimo di 0 ad un massimo di 14:

  • tra 7.2 e 7.4 il pH è neutro;
  • <7.2 il pH diventa acido;
  • >7.4 il pH diventa basico.

Acidità e basicità sono entrambi un rischio per l’acqua della tua piscina: situazioni fuori norma favoriscono lo sviluppo di alghe e batteri e riducono il potere disinfettante del cloro, con rischi per la salute dei bagnanti e l’integrità dell’impianto.

Cosa fare? Come intervenire? Quali prodotti utilizzare?

Un monitoraggio periodico aiuta a prevenire situazioni di rischio e l’intervento mirato con prodotti specifici per abbassare o innalzare il pH dell’acqua è fondamentale per ristabilire il tuo benessere in acqua.

Cloro

Il cloro è uno dei prodotti più diffusi per il trattamento dell’acqua della piscina: in pastiglie, liquido o granulare, questo prodotto serve a combattere la proliferazione di batteri e virus che possono formarsi in acqua. Una volta immesso in acqua il cloro ha il potere di legarsi agli inquinanti organici, ossidandoli e neutralizzandoli. Il parametro corretto di cloro è compreso tra 0,7 e 1,5 ppm (parti per milione): come per il pH, anche per il cloro bisogna intervenire se i valori superano la soglia della normalità.

Gli accessori giusti per il monitoraggio

Prevenire in piscina significa controllare periodicamente i valori di pH e cloro: un compito importante, che diventa più facile da svolgere, grazie ad una serie di accessori studiati appositamente per questo scopo. Esistono infatti diversi strumenti di analisi manuale dell’acqua: dai kit colorimetrici ai tester elettronici, puoi scegliere se farti guidare dalla comparazione con la scala colore oppure affidarti alle rilevazioni dei sensori. Oppure puoi decidere di affidare il monitoraggio e l’analisi dei valori dell’acqua ad un sistema domotico semplice ed intuitivo, come Intellipool.

Con un cellulare e una connessione ad internet, Intellipol permetterà ai nostri tecnici di modificare o dare input alla tua piscina anche quando non ci sei: non solo verificare se i parametri dell’acqua sono regolari e bilanciarli in caso di necessità, ma anche tenere sotto controllo tutti gli altri impianti della tua piscina.

Un bel vantaggio, non trovi?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *